www.brixien.com


Vai ai contenuti

Articoli2008

Pensieri in libertà

Il Commento

Elezioni 2008

Comunque vada ,
chiunque vinca,
sara solo e semplicemente L'inizio della fine.

Quando la gamba è in cancrena bisogna tagliarla prima che sia troppo tardi per il resto del corpo,non bisogna accanirsi con cure inutili che hanno lo solo scopo di ritardarne la morte.

il destino di questo paese e scritto nel suo nome (
I-taglia).

popoli della penisola italica l'unica soluzione è la federazione di nazioni italiche se voglianmo continuare a restare insieme, altrimenti sarà una inevitabile e salutare divisione.

Ognuno padrone a casa propria.
Ognuno divenga responsabile delle proprie azioni.

chiunque abbia la possibilà se ne vada da qui l'Argentina sta arrivando.
togliete i soldi dalle banche (longamanus dello stato) ,prima che vi rubino ciò che avete guadagnato.
Fuggite via di qua terra di conquista dei malfattori.
Se restate iniziate a preparavi alla dura lotta di liberazione e alla rianscita.
Marini Luka.


Il Commento

Elezioni 2008 - Epilogo -

Finalmente!

Il giorno dopo lo scrutinio finale, in giro si respirava un aria nuova.
come se il malato con la gamba in cancrena fosse stato finalmente ricoverato e non lasciato morire nell'indifferenza totale.
Ora ,speriamo e attendiamo l'operazione chirurgica del taglio della gamba malata.
Unico, ripeto ,unico rimedio per salvare ciò che resta da salvare.

Ripeto ,quando i popoli italici capiranno finalmente che l'unica soluzione per restare insieme senza danneggiarci ,ma collaborare ed aiutarci a vicenda ,è la federazione o confederazione di nazioni italiche ,altrimenti sarà una inevitabile e salutare divisione, perchè in natura vige la legge della soppravivenza.

Ognuno padrone a casa propria.
Ognuno divenga responsabile delle proprie azioni.
Ognuno prenda a cuore le sorti della propria terra.

Nell'articolo precedente scrissi che
chiunque abbia la possibilà se ne vada da qui, perchè l'Argentina sta arrivando.
togliete i soldi dalle banche (longamanus dello stato) ,prima che vi rubino ciò che avete guadagnato.
Attenzione già le banche hanno iniziato a limitarvi l'uso dei contanti."provate a prelevare più di 5000 euro se siete capaci".

Pecoroni continuate ad usare le carte di credito o quant'altro di elettronico.
quando il tutto smetterà di funzinare, vedremo come recupererete i vostri soldi.
Insisto non lasciate i soldi in banca, lasciate solo i debiti e alla fine che vadano a f.....o.

Ora sta per iniziare la "lotta" di liberazione e di rianscita.
Chiunque tenterà di fermarla , sarà smascherato e per lui si aprirà la gogna civile.

Brixia 19 apr 2008
Marini Luka.


30 Aprile 2008

Ci risiamo,
alitalia, ancora alitalia.
Spero che non si concretizzi ciò che Berlusconi ha detto.
L'acquisto della cadaverica azienda di trasporti aerei da parte delle ferrovie dello stato.
Anticiperebbe solo la fine di questo stato.
Se una azienda non funziona chiude.
Il covo di assunti solo per compiacenza romanocentrica sta per crollare, e noi, indipendentisti convinti, non possiamo che rallegrarci dell'evento che si stà per avverare.
Quanti soldi risparmiati.
Finalmente ,coloro, abituati a non lavorare inizieranno a piegare la gobba e a produrre, come è normale da queste parti.
Grazie all'Europa che con regole uguali per tutti sta smascherando ciò che gli italiani non riescono a vedere.
Soggiogati dalla pastasciutta che gli riempie le pance e dalle fette di salame che gli oscurano la vista.
Ormai, rimane poco da dire , ci manca solo di vedere le carlinghe degli aereomobili senza ali sfrecciare sui binari morti delle FS.(che pena)
Bene continuamo così che la fine dello stato è inevitabile e si stà avvicinando con gioia di tutti e sollievo per le nostre tasche.
Grazie Berlusconi, Attendiamo il federalismo fiscale e successivamente l'indipendenza Nazionale.
La festa è finita, l'alitalia và chiusa e basta!
Abbiamo tante altre compagnie che hanno dei bellissimi nomi ,e non solo, che possono sopperire alla felice dipartita del carrozzone italico.
Ed assumere gente con capacità , e non per spinte politiche.

Ed allora coraggio Berlusconi, chiuda alitalia! e la faccia finita con questa agonia.

Marini Luka

28 Aprile 2008

Perchè!
Inizia così qualsiasi domanda, alla quale, cortesemente ci si attende una risposta.

ed Allora:
Perchè l'indipendenza della Nazione Padana dallo stato italiano e purtroppo ancora lontana?

perchè dopo anni di occupazione il sentimento padano si è un pò affievolito, e per risvegliarlo ci vuole tempo.

Lo sbaglio che tutti fanno , soprattutto i profondi estimatori dello stato italiano è quello di far passare i moti di indipendenza come rigurgiti di neo razzismo o di avarizia nei confronti dei più poveri.
Nulla di tutto questo.

Colui che chiede la propria indipenzenza non parla di razzismo , male insanabile del genere umano, ma chiede la libertà.

Libertà per tutti i popoli.
Libertà di decidere in casa propria.
Libertà dell'individuo
In poche parole Autodeterminazione , diritto inalienabile di chiunque animali compresi

Innegabile anche l'accusa che gli Italiani muovono nei confronti di chi professa amor patrio per un'altra Nazione che non sia lo stato italiano.

Vedete, poco più di 147 anni fà ,venne proclamata la nascita dello stato italiano.
per la precisione il 17 marzo 1861.
Qualcuno nell'avvicinarsi la primavera aveva le scalmane.(n.d.r.)

In questi 147 anni, il sentore, di uno stato rafazzonato sorto per imposizione e non per volontà popolare, si è fatto sempre più greve.

I popoli che abitavano la penisola italica e che abitano tutt'ora, mai hanno accettato questo stato di cose, ed alla luce attuale mal lo sopportano.

Tant'è che , ancora oggi, ci si affanna ,a cercare ciò che ci unisce (a dire il vero poco), piuttosto che ammettere le reali differenze (tante).
E che dire della quantità di morti imolati per arrivare a questo stato di cose.

A quando chiameremo combattenti per la libertà tutti coloro che si sono opposti all'instaurazione di un regno voluto da un re senza terra, e che come passatempo aveva quello di rompere i maroni ai popoli padani?

Libertà per i popoli padani dal giogo italico, è un'espressione que cognuga la concezione trascendente dell'esistenza e dell'affermazione della Nazione Padana, il cui suo essere politico inizia con il recupero della sua sovranità nazionale.

Meglio essere dei cani che italiani recitava un epitaffio su un muro del veneto.
Credo che questa sia la convizione di molti , compresa la mia.

Certo ,che , qualcuno di voi pensa che ho usato una porola grossa, ma ho semplicemente riportato ciò che qualcuno scrisse ormai due secoli orsono.
Con il senno di poi a ragion veduta.

Il movimento culturale che esiste nel sottofondo e nell'inconscio delle genti è un movimento di liberazione Nazionale Padano ,democrático , participativo, pluralistico , aconfessionale e umanista, aperto al progresso e a tutti coloro che abbiano come fine ultimo il benessere della Nazione Padana.

A quando riconosceremo la Padania come Patria e come territorio, dalle alpi agli appennini nel quale abita il Popolo Padano, Il sole delle Alpi come Bandiera e il VA pensiero come inno Nazionale.


Speriamo per il bene di tutti Molto presto.


Marini Luka.


Baita del Brixien | Archivio | Personale | Pensieri in libertà | Idiomi | tempoLibero | Mappa del sito


Menu di sezione:


Copyright © ,LuKaSoft | info@brixien.com

Torna ai contenuti | Torna al menu